Artrodesi dita mano

Le artrodesi delle interfalangee (cioè la fusione completa e irreversibile di due o più articolazioni) sono indicate per esiti di frattura o grave degenerazione articolare artrosica o reumatoide e nei casi di deformità congenite delle dita.

Una ulteriore indicazione è il dito a martello inveterato con impossibilità di ricostruire l’apparato estensore.

Lo scopo dell’intervento chirurgico è di creare una fusione dell’articolazione interessata in modo da impedire che l’attrito tra i capi articolari “malati” sviluppi una reazione dolorosa. Ovviamente il compromesso sarà di non poter più muovere l’articolazione trattata.

Cura con intervento chirurgico

Ricovero in day hospital. Anestesia locale. Piccola incisione dorsale all’articolazione interessata. Creazione di capi articolari idonei all’artrodesi, rimuovendo lo strato cartilagineo residuo. La preparazione delle articolazioni viene effettuata con pinza ossivora e/o mini-sega. Stabilizzazione con una in titanio vite cannulata.

Dimissione con un semplice bendaggio elastico e autonomia completa.

Vuoi prenotare una visita o richiedere informazioni?

Prenota una visita o richiedi informazioni al Dott. Riccardo Scagni.