Intervento chirurgico

Nei veri casi patologici l’unico trattamento correttivo consiste nella terapia chirurgica. Questa, quando vi e’ l’indicazione, non deve essere vista come l’ultima risorsa ma come l’unica. Per il trattamento utilizzo da molti anni l’endortesi ad espansione installata nel seno tarsale effettuando la cosiddetta artrorisi cioè elevazione della sottoastragalica. Si tratta di un trattamento con un duplice effetto: meccanico inizialmente e propriocettivo (vedi all’inizio del capitolo) in seguito. L’intervento avviene in anestesia generale. Per l’intervento non utilizzo alcun tipo di laccio emostatico ed impiego circa 3,4 minuti. Dopo l’intervento immobilizzo il piede per 8 giorni e concedo il carico in seguito, con tutore per altri 8 gg e poi libero, con il divieto di svolgere attività sportiva (eccettuato il nuoto) per 2 mesi.

In sequenza i fotogrammi del trattamento chirurgico (3/4 minuti circa).